Facce (di bronzo) della stessa medaglia

due-facce-della-stessa-medaglia-439x254Già da prima dei ballottaggi era stato possibile riscontrare una sempre maggiore disaffezione che l’Italiano dimostra verso la politica, anche se sarebbe giusto parlare di disaffezione verso i partiti che nell’immaginario collettivo vengono confusi con la politica.

In realtà il loro compito sarebbe proprio quello, fare politica, ma evidentemente fanno tutt’altro; si impegnano a promuovere leggi che non servono a nulla salvo ad una programmata distruzione dello stato sociale e della Comunità Nazionale, o peggio, leggi che tendono a tutelare persone o lobby che sguazzano nel malaffare. Continua a leggere

Ancora contro la farsa

21912_141398772692598_1109032203_nU.S.N. è scesa ancora una volta in piazza domenica 17, questa volta a Frascati, per informare la gente circa quello che la feccia partitocratica che si appresta a votare ha realmente in serbo per il popolo al di là delle roboanti dichiarazioni rilasciate, come d’uso, all’ avvicinarsi dei ludi cartacei. Tutti pimpanti e presi nella rincorsa alla poltroncina, sono pronti anche a prostituirsi (mi perdonino le prostitute che hanno molta più dignità) promettendo l’inverosimile, come da sempre avviene; mi chiedo per quale motivo gli elettori non ricordino le mancate promesse degli ultimi decenni, mentre ricordano alla perfezione il rigore non concesso alla propria (fottuta) squadra di calcio… problemi evidentemente legati ad una mancanza di “igiene mentale”. C’è chi non promette ma giustifica la ricerca della solita poltrona con un “innato” spirito di abnegazione in nome del popolo… ma lasciamo perdere, come lasciamo perdere anche coloro che fanno i rivoluzionari contro il sistema utilizzandone gli strumenti che lo stesso gli ha concesso.

Continua a leggere

In strada a Roma per il non voto

piazzapopolo2Recentemente abbiamo parlato della lotta che Usn porta avanti per il non voto. Una lotta che non deve rimanere fine a se stessa ma deve essere accompagnata da un’azione politica tesa alla ricostruzione di una comunità di popolo.
Oggi un gruppo di ragazzi del raggruppamento Romano è sceso tra il popolo a Roma volantinando tra p.le Flaminio e piazza del Popolo.
Vi sono stati buoni apprezzamenti sulla metodica dell’astensione attiva, anche se è da rilevare che la massa è lobotomizzata. In fondo il compito è quello di svegliarla o prepararla al risveglio forzato non appena il sistema collasserà.
Quanto nel nostro piccolo poteva essere fatto è stato fatto.
La prossima domenica sempre in piazza con gazebo.

Continua a leggere

La memoria stuprata

483937_463813383676508_765722793_n Come ogni anno si arriva al fatidico 7 Gennaio romano.

E come ogni anno assisteremo allo stupro della memoria di chi giovane morì per un idea, peraltro mal custodita dal M.S.I.; vittime si di una mano “rossa”, ma prima ancora vittima dello stato-colonia che adottò la strategia della tensione per eliminare chi pensava fuori dal coro “democratico”, in seno ad una democrazia schiava dei liberatori.

Il primo stupro viene perpetrato proprio da quei “figli” dell’ambiguità almirantiana, partoriti da un contenitore sistemico quale fu l’ M.S.I.. Si ritrova un accozzaglia di personaggi che neanche mi viene di chiamare uomini; sono lì, qualcuno per sfilare, altri per tramare, altri per usanza come i “cristiani” che vanno a messa la domenica. E poi le “istituzioni” in caccia di voti. Tutta gentaglia che torna ad uccidere ogni anno questi ragazzi.

Continua a leggere

Pubblica “utilità”

So che in altre città saranno invidiosi !

Non è da tutti avere nella propria città una sorta di parco attrazioni tematico, genere “Fantasy”, giusto per usare un termine inglese che fa molto più internazionali; del resto è un attrazione anche per turisti stranieri che fino ad ora non hanno potuto godere, poveretti, di cotanta magnificenza nella propria terra.

Invidiosi ! Noi abbiamo delle istituzioni eccellenti che non vi sognate ! Noi Italiani e soprattutto noi romani.

Alemanno_Polverini_ebrei_Chanukkah_Roma-700x465

Alemanno, all’insegna della massima coerenza, in linea con il suo “stile di vita”, regalerà ai concittadini non migliorie alla viabilità, troppo facile, basterebbe cacciare via i corrotti tangentari che lucrano in ogni municipio sui lavori pubblici,  non abitazioni o infrastrutture, ne aree per i giovani. Nulla di tutte queste sciocchezzuole a cui voi miseri umani ambite, e la cui importanza rispetto a quanto richiesto per intercessione divina e pressoché nulla. Cosa importa se motociclisti cadono dentro una delle tante buche, se i giovani trovano più piacevole drogarsi che svolgere attività sane, se il cittadino soffre nel vivere quotidiano una città che di eterno ha ormai solo il caos. Quale importanza ha tutto questo di fronte alla magnificenza di uno stupendo MUSEO… DELLA SHOAH ?

Continua a leggere

Serriamo le fila !

Roma, città eterna ma dalle mille contraddizioni; in tutti i campi, anche in quello politico.

Roma è Amor, ma anche un po’ “Ladrona” visto che ospita i centri di quel potere che sta strangolando la nazione in maniera sempre più serrata. Ma è solo una questione logistica obiettivamente.

Di fatto, il pullulare nella capitale di uomini pusillanimi appartenenti alla lurida schiatta partitocratica pseudo-democratica e di registi più o meno occulti, permette di sedare gli animi di molti giovani che son stufi di una nazione che rovinosamente si avvia verso una mesta fine; lo fa generando decine di associazioni politico-culturali, promettendo loro illusoriamente  di avere una propria autonomia, regalando loro una sede, permettendogli di affiggere manifesti “rivoluzionari” in una città troppo grande per poterli vedere, confinati come sono (inconsciamente)  nel proprio rione.

In pratica, quei giovani che sfuggono alle logiche partitocratiche ed alla lotta al sistema “dall’interno” ammaliati in buona fede dal miraggio artatamente preparato  dai vari Storace, Fiore e compagni, quegli indomabili e non inquadrabili nei partiti di sistema, vengono risucchiati dentro piccoli contenitori (e ve ne sono a decine) nei quali spegnere i bollori, permettendo loro qualche azione, ma di fatto controllandoli.  Continua a leggere

ECCIDIO DI ROVETTA – Continuità ideale

Si è svolta il 18 Novembre a Roma, presso il cimitero del Verano, la commemorazione dell’eccidio di Rovetta.

Rappresentanti del Raggruppamento Romano di USN erano presenti in loco come ogni anno, a ricordare in maniera silente quel vile atto non di guerra, che vide cadere uccisi vigliaccamente a guerra terminata, un gruppo di giovani della Legione Tagliamento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Continua a leggere

Discariche

Se comunemente pensate alla discarica come un luogo lontano dai centri abitati in cui convogliare i  (troppi) rifiuti che la “civiltà moderna” produce, date un occhiata al seguente link

http://tiburtino.romatoday.it/lettore-degrado-via-tor-cevara.html

Una foto per una via, che potrebbero essere tranquillamente centuplicate facendo un giro per le periferie romane.

Un degrado dovuto alle inefficienze dell’amministrazione capitolina, indipendentemente dal colore politico, che sarà oberata da ben altri problemi (case agli zingari -usiamo il giusto nome-, strutture per extracomunitari anche irregolari, spartizioni di appalti pubblici tra amici stretti ecc. ecc.) .

All’inciviltà italica che pure esiste, si somma quella non trascurabile degli ospiti stranieri che popolano quartieri ghetto ai margini della società.

Quello che voglio ricordare ad ogni romano (ma anche Italiano) è di tenere conto di queste nefandezze che la corrotta partitocrazia produce; in essa manca totalmente il senso civico e la voglia di ben fare per la città, la nazione, per tutto. Il minimo che si può fare è non legittimarli alle prossime elezioni con l’astensione !  Quantomeno non saremo complici di questi parassiti sociali !

Alessio Provaroni