Yankee in mare !

25Aprile-50x70Ho un odio viscerale. Quando vedo una bandiera stelle a strisce mi si alza l’adrenalina e mi appaga solo il vederla in fiamme. Idem per quella N.A.T.O. simbolo dell’occupazione della nostra Patria.

Probabilmente questo deriva dal subconscio, consapevole che le disgrazie di questa nostra terra derivino proprio dal cancro mondiale che gli U.S.A. rappresentano.

So che questo “popolo” altro non è che il braccio armato di poteri occulti, ma non riesco a guardarli col dovuto distacco. Loro hanno invaso le nostre terre (e con esse l’intera Europa), hanno stuprato le nostre donne, bombardato le nostre città, uccisa la nostra gente. Sono stati accolti come “liberatori” da uomini senza onore ancora peggio di loro.

Ma in realtà poco importa se gli yankee vengono utilizzati da certi poteri e non sono gli attori principali. Siamo nella stessa situazione del dirigente Equitalia che riceve un pacco bomba e che viene considerata “una brava persona”; sarà anche vero, ma non esiste distinzione tra chi serve il sistema e chi lo rappresenta realmente nel momento che si intraprende una lotta. Lo stare da una parte o dall’altra implica necessariamente un rischio di cui si dovrebbe essere consapevoli. In ogni guerra si fronteggiano padri di famiglia e “brave persone”, però le guerre si son sempre fatte comunque.

Oggi siamo in guerra, non dichiarata esplicitamente, più subdola che il fronteggiarsi sul campo di battaglia, ma è guerra contro chi ci sta già uccidendo. Guerra per la sopravvivenze.

Del resto quell’accozzaglia di persone che costituiscono la popolazione U.S.A., hanno la colpa di essere ancora più stupidi dei nostri concittadini, sottoculturati ed incivili; non hanno nel DNA nulla di umano, per come noi Europei intendiamo l’umanità. E’ per questo che veniamo colonizzati anche dal punto di vista (sub)culturale, per cancellare nel giro di poche generazioni lo spirito indomito che ancora in fondo possediamo.

E’ chiaro che partendo dalla mancanza di un retroterra culturale, dalla mancanza storica di una civiltà che non hanno mai vissuto, codesti esseri siano più facilmente manipolabili. Ci sarebbe anche l’aggravante della nascita della loro nazione; nascita che trae linfa dal sangue versato dei pellerossa trucidati e ridotti in schiavitù, anche questa caratterizzante sotto il profilo del DNA.

I mercenari arruolati, perchè di mercenari si tratta dato che molti di loro si arruolano dietro elargizione della “carta verde”, si sentono oltretutto autorizzati a perpetrare anche violenze nei territori occupati, sono privi di etica guerriera, proprio come è da aspettarsi da luridi mercenari. Questo è il loro stereotipo, perchè nemmeno l’amerikano medio sottoculturato crede più alle guerre di “liberazione”.

Sta di fatto che ce li ritroviamo dentro casa 113 basi ufficialmente della NATO, ma di fatto organo ad uso e consumo dei “civilizzatori” che ci usano letteralmente come portaerei per le loro guerre coloniali.

Lo stato di sudditanza è totale e traspare da decenni anche nella cronaca senza andare a cercare nei meandri di servizi e servizietti più o meno segreti. Ustica, 81 morti, Cermis, 20 morti e comunque anche nei casi meno eclatanti Amanda Knox. La giustizia Italiana (ammesso che realmente esista) non viene mai presa in considerazione.

Vogliamo parlare di quel “campione” quale è Napolitano ?

Il 5 aprile scorso ad esempio, ha concesso la grazia al colonnello statunitense Joseph L. Romano III, condannato nel 2010 per la vicenda del sequestro Abu Omar. Napolitano, si legge in un comunicato del Quirinale, ”ha inteso dare soluzione a una vicenda considerata dagli Stati Uniti senza precedenti per l’aspetto della condanna di un militare statunitense della NATO per fatti commessi sul territorio italiano ritenuti legittimi”. Non è prostrarsi ?

Ed ancora, sempre recentemente, è stato modificato su proposta dell’uomo del Bildenberg ed usuraio Mario Monti, un DPR del 1956 che assicurava già ai militari USA di farla franca; lo stesso oggi, controfirmato da Napolitano, conferma ed amplia il concetto che per “interessi superiori” i componenti delle forze armate di un Paese membro della Nato potranno andare incontro ad un trattamento di favore. Senza una distinzione basata sul tipo di reato di commesso o sul bene giuridico tutelato dalla norma infranta, saranno immessi in una corsia preferenziale. In sostanza, saranno indagati o imputati più uguali di altri !

Vogliamo parlare del MOUS in sicilia ? Il sistema militare che con le radiazioni delle sue strapotenti antenne “cuocerà” la popolazione siciliana ?  Quante manifestazioni fatte, quante botte prese, ordini di sospensione dei lavori ma… i lavori vanno comunque avanti senza se e senza ma.

Occorre ricordare che nelle guerre imperialiste degli USA camuffate da missioni di pace, inviamo dei nostri giovani che muoiono per servire il padrone e non la Patria come dovrebbe essere ? Che ci vengono imposte anche forniture militari dalle loro aziende ?

Questi pochi esempi non rendono già bene l’idea che veniamo trattati a tutti gli effetti come una colonia ?

Potremmo parlare anche dei cialtroni che risiedono in parlamento; quelli più blasonati ed “ispirati” sistematicamente vanno a prendere ordini dal presidente degli USA, avallo necessario per poter fare della “corretta politica”.

Oggi chiunque sia dotato di buonsenso o almeno di onestà intellettuale, non può non riconoscere questo; sia esso un “comunista” o semplicemente un antifascista.

L’Armistizio firmato alla fine della guerra è di fatto una RESA INCONDIZIONATA per la quale l’Italia cedeva la sua sovranità (iniziando dalla costituente chiamata durante un periodo di occupazione militare e quindi illegale). Da allora è iniziata la colonizzazione che porta agli esempi sopra riportati e non solo.

Anche la sovranità monetaria è stata ceduta nel tempo, per cui il nostro stato ha una banca centrale nelle mani di privati, oltre a non stampare denaro per proprio conto.

Siamo inseriti nel circuito Euro voluto sempre dall’alta finanza di cui gli USA sono la milizia armata, che sta uccidendo tutti gli stati europei.

Sostanzialmente non possiamo sviluppare una politica estera non approvata, una politica economica indipendente (quando dovesse servire si ricorre anche all’eliminazione fisica di personaggi scomodi tipo Enrico Mattei presidente dell’ENI), una politica interna indipendente.

Cercate di spiegare al popolino che nulla c’è da festeggiare. Capito questo “piccolo problema” si renderanno conto dell’unico posto adatto agli yankee; il mare, possibilmente profondo !

Alessio Provaroni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...